Giuseppe Sinopoli

Direttore d'orchestra, compositore e saggista (Venezia, 2 novembre 1946 – Berlino, 21 aprile 2001)

Direttore d'orchestra, compositore e saggista (Venezia, 2 novembre 1946 – Berlino, 21 aprile 2001)

Laureatosi in Medicina e Chirurgia all'Università di Padova fu allievo ai corsi di composizione di Franco Donatoni all'Accademia Chigiana di Siena. Studiò direzione d'orchestra a Venezia con Bruno Maderna, e a Vienna con Hans Swarowsky.

Durante gli anni settanta esordì come direttore d'orchestra a Siena dirigendo un brano da camera scritto da un allievo di Donatoni e nel 1975 fondò l'Ensemble Bruno Maderna. Diresse l'Aida di Verdi al Teatro La Fenice di Venezia dedicandosi ai compositori Bruckner, Mahler e Richard Strauss. Ha lavorato con la Deutsche Oper di Berlino, la New Philharmonia di Londra (di cui dal 1984 al 1994 fu direttore principale, e dal 1987 anche direttore musicale), l'Accademia di Santa Cecilia di Roma. Diresse l'orchestra del Covent Garden di Londra, la Philharmonic del Teatro Metropolitan di New York, i Berliner Philharmoniker e assunse la direzione della Staatskapelle di Dresda (di cui fu direttore principale dal 1992) e l'Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI.

Nel 1994 ha debuttato al Teatro alla Scala di Milano. Nel 1985 diresse il Tannhäuser di Wagner al Festival di Bayreuth, dove nel 2000 fu il primo direttore d'orchestra italiano in tutta la storia del festival a dirigere il Ring des Nibelungen. Fu proprio a Bayreuth, prima con Parsifal e dopo con la Tetralogia, che Sinopoli viene consacrato come l'interprete wagneriano italiano più importante degli ultimi quarant'anni. Le sue letture del Ring e di Parsifal appaiono simili a quelle di Hans Knappertsbusch, che Sinopoli richiama molto da vicino con i suoi tempi lenti e la maestosità dell'impianto fonico.

Sinopoli scrisse 24 lavori e le sue composizioni giovanili risentono dello stile strutturalista, con aperture verso i procedimenti combinatori di matrice donatoniana, mentre i lavori più tardi si riavvicinano ad un espressionismo lirico di matrice mitteleuropea. L’opera Lou Salomé  del 1981 (la sua ultima composizione) venne rappresentata, sempre nel 1981, al National Theater di Monaco e trent'anni dopo, nel 2011, al Teatro La Fenice di Venezia.

Dal 1981 Sinopoli si dedicò definitivamente alla direzione d'orchestra.

Stroncato da un infarto morì a Berlino mentre stava dirigendo l'Aida di Giuseppe Verdi alla Deutsche Oper.

La città di Roma, che lo celebrò con esequie pubbliche in Campidoglio, gli ha dedicato una sala dell'Auditorium Parco della Musica e la scuola media di via Mascagni a Roma è stata intitolata a lui. Riposa presso il cimitero del Verano di Roma.

Dal 2005 Taormina Arte dedica a Giuseppe Sinopoli un festival che si svolge ad ottobre: la rassegna “Giuseppe Sinopoli Festival”. Il festival, attraverso la musica, il teatro, la letteratura e l'arte, continua l’attività esplorativa del maestro. La grande sala del Palazzo dei Congressi di Taormina è stata intitolata a lui.

Sinopoli lasciò la moglie Silvia, i due figli Giovanni e Marco, e diversi fratelli.

E’ sepolto presso il cimitero del Verano di Roma.

Location
Get QR code